hdemia è un progetto di Parmaconcerti volto all’alto perfezionamento musicale con docenti di livello internazionale

per informazioni scrivere a comunicazione@parmaconcerti.it

GIAMPAOLO BANDINI 

chitarra

Giampaolo Bandini, artista DECCA, è oggi considerato tra i migliori chitarristi italiani sulla scena internazionale.

Figura regolarmente nei cartelloni dei più importanti Festival di tutto il mondo, dall’Europa agli Stati Uniti, dall’Africa all’Asia e al Sud America (Teatro alla Scala di Milano, Filarmonica di San Pietroburgo, Carnegie Hall di New York, International Center for performing arts di Pechino, Sala Tchaikovsky di Mosca, Arts Center di Seoul, Ircam di Parigi). Ha effettuato tourneè in più di 50 paesi del mondo, sia come solista che con le più importanti orchestre internazionali.

Collabora con artisti del calibro di Salvatore Accardo, Avi Avital, Massimo Quarta, Trio di Parma, Danilo Rossi, Corrado Giuffredi, Quartetto Nous, Enrico Bronzi, Quartetto della Scala, Sonia Ganassi, Michele Pertusi e con Sergio Rubini, Elio (delle Storie Tese), Monica Guerritore, Arnoldo Foà, Maddalena Crippa e molti altri.

Nel 2011 gli è stata conferita dal Comitato Scientifico del Convegno di Alessandria la prestigiosa Chitarra d’oro.

Giampaolo Bandini ha registrato più di 15 compact disc per importanti etichette italiane ed estere. Nel 2017 è uscito il suo ultimo lavoro discografico “Escualo” in duo con Cesare Chiacchiaretta, per Decca Classics.

È titolare della cattedra di chitarra presso

l’Istituto Musicale di alta formazione “L. Boccherini” di Lucca.

ANTONIO MERCURIO

contrabbasso

Comincia gli studi di contrabbasso presso la Scuola Civica di Musica di Milano “Claudio Abbado” all’età di 12 anni con il M° Carlo Capriata, per poi diplomarsi col M° Claudio Pinferetti presso il conservatorio di musica G. Verdi di Milano. Si perfeziona presso l’Accademia W. Stauffer di Cremona e i corsi di Sermoneta con il M° F. Petracchi. Più tardi l’ Accademia della Scala di Milano rappresenterà un ulteriore formazione musicale grazie ai maestri G. Ettorre e F. Siragusa, entrambi primi contrabbassi dello stesso teatro milanese. Dal 2015 è primo contrabbasso presso la Fondazione Arturo Toscanini di Parma, stesso anno in cui viene conferito il Premio Internazionale “Carlo Capriata” per i riconoscimenti artistici conseguiti in Italia e all’estero. Nel 2004 il M° Riccardo Muti lo sceglie come primo contrabbasso della neonata Orchestra L. Cherubini di Piacenza e Ravenna.

Numerose sono le collaborazioni con orchestre professionali, tra le più note ricordiamo l’Orchestra Filarmonica della Scala, l’ Orchestra Haydn di Trento e Bolzano, l’ Orchestra Accademia di Santa Cecilia di Roma, l’ Orchestra della Svizzera Italiana di Lugano e l’ Orchestra del Teatro Regio di Parma, grazie alle quali e ha occasione di suonare con direttori e solisti di fama mondiale. La sua attività professionale ha all’attivo una lunga parentesi in Spagna, dove vince numerosi concorsi per orchestra, tra cui l’ Orchestra della Regione  Murcia, l’ Orchestra di Gran Canaria, l’ Orchestra Sinfonica di Galicia, Orchestra Bandart e la Oviedo Filarmonía. Con quest’ultima lavora come primo contrabbasso fino al 2015.

E’ poi regolarmente invitato in qualità di primo contrabbasso in diverse orchestre europee, come la Royal Northern Sinfonia in Inghilterra. Dal 2008 partecipa al progetto musicale Spira Mirabilis, riconosciuto dalla UE come ambasciatore della Cultura in Europa e vincitore di diversi premi Internazionali, come il Deutschlandfunk Förderpreis nel 2010 a Brema. Diverse le esperienze solistiche e cameristiche, esibendosi per importanti festival internazionali, ricordiamo l’ottetto Schubert con la Spira Mirabilis nei grandi teatri d’Italia e d’Europa, tra i quali il concerto alla Queen Elisabeth Hall di Londra nel 2010. É fondatore del Quartetto Coll’Arco, formazione cameristica che si concentra sulla musica da camera Rossiniana, per il quale ha realizzato diverse trascrizioni delle Sinfonie d’opera dello stesso autore . Nel 2015 é solista e cosolista di due duetti per contrabbasso di Simon Garcia nel CD di Diego Zecharies “Music for double bass solo, duett and quintett”.