QUARTETTO TCHALIK – In esclusiva per l’Italia

Gabriel Tchalik, violino | Louise Tchalik, violino | Sarah Tchalik, viola | Marc Tchalik, violoncello | in formazione di quintetto con Dania Tchalik, pianoforte

Originario da una famiglia franco-russa in cui la musica ricopre un ruolo centrale, il Quartetto Tchalik è composto da quattro fratelli che suonano insieme fin da piccolissimi. Questa immersione nella musica da camera ha permesso loro di sviluppare uno stile naturale, un respiro collettivo e un eccezionale senso artistico, qualità riconosciute già dal primo concorso internazionale a cui hanno partecipato.

Nel febbraio 2018, il Quartetto Tchalik ha vinto il primo premio e il premio speciale per la miglior interpretazione di un Quartetto di Mozart al Concorso Internazionale Mozart 2018 a Salisburgo. Si è esibito in vari festival in Francia, Austria, Russia, Italia e Spagna ed è regolarmente invitato da Radio France Musique. Ha inoltre vinto il Chamber Music Award all’International Summer Academy dell’Università di Vienna (ISA) e il Premio Fondazione Monte dei Paschi di Siena 2017. Recentemente, è diventato quartetto in residence alla ProQuartet di Parigi ed è stato selezionato per partecipare al progetto Le Dimore del Quartetto in Italia. Il Quartetto Tchalik è finalista al concorso internazionale di Bordeaux, in programma nel giugno 2019.

Progetti 2019 – 2020

Programma 1:
G. Lekeu, Molto Adagio sempre cantante e doloroso (1877)
D. Shostakovich, Quartetto n. 10 op. 118
L. van Beethoven, Quartetto in la minore op. 132

Programma 2:
F. Schubert, Quartetto in sol maggiore n. 15 D 887
A. Dvořák, Quartetto in sol maggiore n. 13 op. 106

Progetti 2020

Per l’anniversario beethoveniano
L. van Beethoven, Quartetto in la maggiore op. 18 n. 5
B. M. Ljatošyns’kyj, Quartetto in la maggiore op. 4 n. 2
(Il compositore ucraino più importante della prima parte del XX Secolo)
Beethoven Quartetto in fa maggiore op. 59 n. 1 “Razumovsky”
(Con un tema, nell’ultimo movimento, tratto da una melodia popolare ucraina)

Musica francese
Con la famiglia Tchalik al completo: Quartetto Tchalik, Duo Tchalik e Quintetto Tchalik
C. Debussy, Quatuor op. 10
T. Escaich, “Short Stories” per violino e pianoforte oppure Quintetto con pianoforte “La Ronde”
(Thierry Escaich, il compositore francese più importante dei nostri giorni, ha dedicato “Short Stories” a Gabriel e Dania Tchalik. Sia il Duo che il Quintetto sono parte di una registrazione discografica di prossima pubblicazione, centrata sulla musica da camera di Escaich)
C. Franck, Quintetto in fa minore per pianoforte e archi

Website: www.quatuortchalik.com
Video: www.quatuortchalik.com/media

TRIIXTRE

Corrado Giuffredi, clarinetto | Silvia Chiesa, violoncello | Maurizio Baglini, pianoforte

Musiche di Beethoven, Rota, Brahms

Tre Trii, tre straordinari musicisti, un’unità d’intenti: quella di far musica regalando emozioni e raffinate suggestioni sonore. Accanto al classicismo del Trio beethoveniano e al nostalgico romanticismo dell’ultimo Brahms, spicca la gemma novecentesca del Trio di Nino Rota, che, al pari di tanta sua musica, brilla di una luce senza tempo: seducente per la straordinaria felicità delle invenzioni melodiche e ritmiche, composito per la sintesi stilistica, immediato per la viva spontaneità dell’eloquio e dell’affettività.

TRA VIENNA E LA BOEMIA

Giovanni Gnocchi, violoncello | Alasdair Beatson, pianoforte

Musiche di Beethoven, N. Campogrande, Dvořák, Janáček, Martinů

Compagni di studi in Cornovaglia, sotto la guida di Steven Isserlis, Ferenc Rados e Sir András Schiff, Giovanni Gnocchi ed Alasdair Beatson si sono rincontrati dopo anni, guidati dallo stesso entusiasmo e voglia di comunicare, con un applaudissimo recital per gli Amici della Musica di Rovereto, e con concerti in programma per il Festival internazionale di Ernen in Svizzera, proponendo un repertorio che spazia dalla fine del ’700 agli autori contemporanei.

DANZÓN

I Filarmonici di Busseto

Marco Pierobon, tromba | Corrado Giuffredi, clarinetto | Giampaolo Bandini, chitarra | Cesare Chiacchiaretta, fisarmonica e bandoneón | Enrico Fagone, contrabbasso | Roger Catino, percussioni.

Musiche di Ravel, Márquez, Bizet, Rodrigo, J. Strauss

Sei virtuosi per un programma nel segno della levità, dell’acrobazia, del volteggiare fantastico, della gioia, della danza e del divertimento. Da Johann Strauss a Arturo Márquez, da Georges Bizet a Joaquín Rodrigo, dalle danze messicane ai valzer viennesi, in un’esultante alternanza di soli e tutti, di lacrime e sorrisi, di giocolieri e di prestigiatori. Esecuzioni ricche di sorprese e di emozioni, sempre giocate sul filo dell’istante. Applausi ai sei incantatori. Che lo spettacolo inizi.

FUGA, MISTERIO Y FOLIA

Duo Bandini-Chiacchiaretta

Musiche di Piazzolla, Rapezzi, Pujol, Brouwer
“In scena la loro fantasia musicale non è mai raggiungimento del risultato, è respiro, aria che si sposta, essenza vibrazionale”  L’Eco di Bergamo.

Il duo Giampaolo Bandini – Cesare Chiacchiaretta (chitarra e bandoneón) si forma nel 2002, divenendo immediatamente un riferimento nel panorama concertistico internazionale per la forza comunicativa e lo straordinario carisma. Invitato dai più importanti festival e teatri del mondo, il duo ha effettuato tournée in più di 40 paesi. È uscito recentemente, in occasione dei quindici anni di attività, Escualo, una registrazione dedicata all’opera di Astor Piazzolla che segna il debutto discografico del duo per l’etichetta DECCA. Il programma allude all’universalità del tango, un genere musicale che nell’accostamento alle forme storicizzate assume una plasticità senza tempo e si eterna nel ‘classico’. A suggello del recital la Folia a través de los siglos, dedicata al duo dal grande compositore cubano Leo Brouwer nel 2017.
Video: https://www.youtube.com/watch?v=rtX6BzwR2hc

OTTO STAGIONI

Francesco De Angelis, violino | Giampaolo Bandini, chitarra | Cesare Chiacchiaretta, fisarmonica e bandoneón | Sandro Laffranchini, violoncello

Antonio Vivaldi: Le quattro stagioni, concerti per violino, archi e continuo op. VIII n. 1-4 (da Il Cimento dell’Armonia e dell’Inventione), Astor Piazzolla: Las cuatro estaciones porteñas
Trascrizioni di Giacomo Scaramuzza
Otto Stagioni, Quattro musicisti, due capolavori, un solo viaggio. Un dialogo tra Le quattro stagioni di Vivaldi e la versione che ne ha dato Astor Piazzolla è frutto di una somma che dà origine a un inedito quartetto, composto dal duo Bandini-Chiacchiaretta (chitarra e bandoneón) e da Francesco De Angelis e Sandro Laffranchini, rispettivamente al violino e al violoncello (entrambi prime parti dell’orchestra del Teatro alla Scala e della Filarmonica della Scala).

VOCALISE

L’opera completa per violoncello e pianoforte di Sergej Rachmaninov

Silvia Chiesa, violoncello | Maurizio Baglini, pianoforte

In una serata tutte le composizioni dedicate al violoncello da Rachmaninov, a partire dalla splendida Sonata in sol minore – un’opera ancora troppo poco conosciuta, compiuta in prossimità della trionfale première Concerto in do minore per pianoforte e orchestra e da quest’ultimo fatalmente tenuta in ombra – sino ai magnifici fogli d’album dell’op. 2, ad alcune riuscite trascrizioni, quali l’Andante cantabile dal Concerto fa diesis minore e il Preludio op. 23 n. 10, per approdare al celeberrimo Vocaliselied senza testo affidato originariamente ad una voce di soprano o tenore, fonte di molteplici arrangiamenti. Il programma del recital si ispira alla registrazione Rachmaninov – Complete works for cello and piano pubblicata nel 2016 per Decca da Silvia Chiesa e Maurizio Baglini.

ROMANCERO GITANO

Giampaolo Bandini, chitarra | Coro della Virgola, diretto da Pasquale Veleno.

Mario Castelnuovo-Tedesco: Romancero gitano op. 152, García Lorca: Canciones populares antiguas per chitarra e coro.

Negli anni Trenta del secolo scorso, Mario Castelnuovo-Tedesco fu uno dei compositori italiani più conosciuti e stimati all’estero, le cui opere venivano eseguite da musicisti del calibro di Toscanini, Piatigorsky, Casella, Heifetz, Gieseking e Segovia. Giampaolo Bandini, uno tra i più quotati chitarristi italiani a livello internazionale, e il “Coro della Virgola”, apprezzatissimo ensemble di voci diretto dal M° Pasquale Veleno, offrono una rilettura di una tra le pagine più significative del compositore fiorentino, nella quale la musica si lega ai versi di García Lorca con una naturalezza e una spontaneità sorprendenti.

Get in touch now

X
X