BEETHOVEN DA CAMERA: 9 SINFONIE

L’integrale delle Nove Sinfonie nelle trascrizioni d’epoca di F. Liszt, J. N. Hummel, C. Czerny e dello stesso autore.

Trio di Parma, violino, violoncello e pianoforte

[In collaborazione con Lorenzo Baldrighi Artists Management]

Maurizio Baglini, pianoforte & Coro dell’Accademia di Pescara diretto da Pasquale Veleno

Roberto Cappello, pianoforte

Trio Metamorphosi, violino, violoncello e pianoforte
& Andrea Oliva, flauto

Alberto Miodini & Pierpaolo Maurizzi,duo pianistico

Federico Nicoletta, pianoforte

Gabriele Baldocci, pianoforte

L. van Beethoven, Nove Sinfonie in 9 concerti

L’energia travolgente delle Nove Sinfonie condensata nel suono di un pianoforte, di un trio, di un quartetto. Economia di mezzi non vuol dire emozioni raffreddate. È un ascolto diverso, forse più intimo e conviviale, ma non meno appagante. Nell’Ottocento era il solo modo di godere della musica sinfonica tra quattro mura, tra amici. Era l’impianto ad alta fedeltà di quei tempi, sul quale tutto poteva suonare senza il bisogno di una presa elettrica: la sola energia richiesta era il calore umano. Liszt fu il principe della Sinfonia da camera, assieme a tanti altri temerari colleghi che impavidi sfidavano il suono di un’orchestra con il loro strumento. Presto, accomodatevi in salotto, sulla vostra poltrona preferita: l’orchestra sta già accordando!

FOUR4BEETHOVEN

L’integrale delle Sonate per pianoforte

Davide Cabassi | Filippo Gamba
Olaf John Laneri | Alberto Miodini

L. van Beethoven, 32 Sonate per pianoforte in 9 concerti

Il percorso del progetto, in nove concerti, prevede l’esecuzione ti tutte le sonate per pianoforte che Ludwig van Beethoven pubblicò nel lasso di tempo che va dal 1796 dell’op. 2 al 1823 dell’op. 111, disegnando il tracciato di un articolato filo conduttore che accompagna lungo l’evoluzione dello stile compositivo del genio di Bonn. Uno straordinario viaggio, da compiere tutto d’un fiato.

Get in touch now

X
X