DEVE TRATTARSI DI AUTENTICO AMORE PER LA VITA

tratto dal Diario 1941-1943 di Etty Hillesum

Nei diari e nelle lettere, tradotti in Italia da Adelphy, Etty Hillesum testimonia una capacità di introspezione e di osservazione della realtà fuori dal comune: si rivolge a noi con parole di verità, indicando un cammino coraggioso volto a superare le difficoltà più aspre dell’esistenza. La sua sorprendente maturità e saggezza irradiano una intensa forma morale ispirata ai valori della solidarietà dei diritti umani e della reciproca comprensione. La giovane ebrea olandese ingaggia una sfida alla morte senza ricorrere a ricette miracolistiche o palliative in nome di un indistruttibile e gioioso amore per la vita. Racconta di sé e delle vicende del suo tempo da mirabile cronista di un’anima in costante evoluzione, eroica, terapeuta del dolore capace di generare attorno a sé fiducia e fede in un riscatto definitivo male.

con MADDALENA CRIPPA

GIANMARIO CONTI, arpa e armonica

drammaturgia Giulia Calligaro