Una sonata per Kreutzer

Da Lev Tolstòj, La sonata a Kreutzer
Riduzione e adattamento per la scena di Maurizio Cardillo

con

MICHELE PLACIDO, voce recitante

accompagnato da

Antonia Valente, pianoforte

Lorenzo Rovati, violino

“Io ho paura dei treni. I treni mi mettono orrore. Scusatemi.
Sono un po’ stanco, ma terminerò il mio racconto. Abbiamo tempo, l’alba è ancora lontana. Per lo meno voi ascoltate, e di questo vi sono grato.Al processo il fatto è stato presentato come se tutto sia avvenuto per gelosia. Niente affatto, cioè non niente affatto, ma è così e non è così. Non che non ci fosse gelosia, ma non fu certo questo il motivo. Al processo hanno sentenziato che ero un marito ingannato e che avevo quindi agito per difendere il mio onore oltraggiato. Così lo chiamano i giudici, onore oltraggiato. E per questo mi hanno assolto….”

Il Romanzo di Tolstòj  riadattato per voce monologante da Maurizio Cardillo e la  Sonata per pianoforte e violino in la maggiore n. 9, op. 47, di Ludwig van Beethoven, comunemente nota come Sonata a Kreutzer si incontrano per dare vita ad uno spettacolo di forte intensità ed emozione.

Una produzione Parmaconcerti

per informazioni comunicazione@parmaconcerti.it