'
Progetti

LA METAFISICA DELLA PUTTANA

Artista: AMANDA SANDRELLI 

AMANDA SANDRELLI

ELENA ARVIGO

e altra attrice in via di definizione

regia ELENA ARVIGO

 

La figura della prostituta come indagine sulla pornografia della verità.

Cos’è la verità? La verita’ non e’ una luce che con la sua splendida evidenza illumina il mondo, ma e’ lo sconvolgimento dell’ evidenza.

Ciò che consideriamo evidente, spesso, non lo e’ affatto. Che cos’ è una “puttana”?

La puttana e’ un immagine, un riflesso così intenso da essere impossibile da cancellare come se si trattasse di una menzogna o di un o sbaglio.

Ci sono due piani che dialogano all’ interno di questo spettacolo:

da una parte, la vita delle prostitute, le “ragazze” delle case, che raccontano le loro esistenze nelle lettere raccolte da Lina Merlin e Carla Barberis e dall’altro il tentativo di far luce su quanto la figura della “puttana” sia anche funzione, rispetto alla nostra idea dell’arte , del denaro e della verita’ stessa .

“Il bordello”, scrive Joyce, e’ la parodia della citta’ – “dunque insopportabile per tutti coloro che accettano la verita’ solo come ordine , norma ,il buono, il bene.”

Le puttane sono le attrici della verita’ , una verita’ la cui natura e’ di essere prima di tutto pornografica .

Perseguitare le prostitute , come mai hanno smesso di fare le civilta’ cosidette avanzate , significa quindi perseguitare la verita’ in nome della quale quella stessa persecuzione viene perpetrata .

Chi sono le ragazze delle case ? Ieri come oggi .

La puttana con la sua verita’ diventa immagine di una dignita’ che sconvolge l’intero ordine della realta’ costituita.

L’umanità detesta la verità quando rimanda a immagini che non coincidono con gli ideali e la moralità che l’umanità stessa si è data. Per meglio tradirli

Richiesta Info







captcha

Inserisci il testo nell’immagine sopra


loading